Continuità contributiva

I contribuenti volontari: continuità contributiva

I sanitari in quiescenza o dimissionari dalla Pubblica Amministrazione, devono iscriversi alla Fondazione in forma volontaria entro due anni dalla cessazione dal servizio pubblico, pena la perdita di ogni diritto e l'impossibilità di una successiva nuova iscrizione (art. 24 del vigente Statuto, disponibile nella sezione Statuto e Regolamenti).

In analogia, devono iscriversi alla Fondazione in forma volontaria, entro due anni dalla sospensione dal servizio Pubblico, i sanitari che beneficiano di un periodo di aspettativa senza assegni (motivi personali, maternità, incarichi politici incarichi presso Amministrazioni private), pena la perdita di ogni diritto e l'impossibilità di una successiva nuova iscrizione.


CONTENUTO AGGIORNATO AL